Intenzioni di preghiera     Cerca nell'annuario diocesano Pagina precedente Stampa pagina
 

Segnala un evento per la nostra agenda

 Prossimi Eventi
27.10.2017
Strutture ecclesiali: strumenti per la missione
Notizie ed Attualità

Mons. Chiappini nominato Rettore della FacoltÓ di Teologia

inserito il 04.09.2008

Il dott. Libero Gerosa conclude dopo otto anni il suo mandato di Rettore della Facoltà di teologia di Lugano, iniziato con l’anno accademico 1999-2000. Tale conclusione avviene in conformità all’art. 12 c) dello Statuto che recita: "Il Rettore dura in carica per un periodo di quattro anni, rinnovabile consecutivamente una sola volta". Il Vescovo di Lugano, mons. Pier Giacomo Grampa, ha quindi proceduto alla nomina del nuovo Rettore, nella persona di mons. Azzolino Chiappini, già Pro-rettore della stessa Facoltà.

Comunicato stampa

La nomina di mons. Chiappini, come prevede lo Statuto della FTL, è stata preceduta dalla consultazione promossa da mons. Grampa presso il Consiglio di Facoltà, che, convocato lo scorso 19 dicembre 2007, aveva espresso parere favorevole. Successivamente è stato necessario ottenere il nulla osta dalla Congregazione per l’Educazione cattolica.

Annunciando questa nomina, nel corso della conferenza stampa del 5 settembre, mons. Vescovo ha ringraziato il dottor Gerosa, “per il decisivo e determinante contributo da lui dato al consolidarsi della Facoltà, alla sua organizzazione, alla crescita del numero degli studenti, alla definizione del corpo docente, alla nascita di validi Istituti collaterali, allo svolgimento di prestigiosi convegni di studio, al meritato accreditamento da parte del Consiglio universitario svizzero, all’affermazione dell’Associazione Sostenitori e alla ricerca di preziosi e fondamentali sostegni finanziari”. Ed ha aggiunto: “Ha compiuto un’opera grandemente meritoria e valida che in alcuni settori potrà continuare a sviluppare”.

Presentando il nuovo Rettore, ha ricordato che “Mons. Azzolino Chiappini è attivo nella Facoltà sin dai suoi inizi e della stessa ha vissuto tutti i passaggi anche i più delicati e dolorosi”. Inoltre, ha precisato ancora mons. Grampa, “ha ricoperto anche cariche istituzionali in diocesi, come quella di Vicario Generale, che lo rendono noto e apprezzato pure al mondo politico con cui occorrerà continuare le trattative per gli ulteriori riconoscimenti che questo Istituto attende”.

Per sottolineare riconoscenza, gratitudine, stima e affetto a don Libero il Vescovo di Lugano ha ottenuto per lui dal Santo Padre l’onorificenza di cappellano di Sua Santità con il titolo di monsignore. Analogo riconoscimento è stato pure ottenuto per don Sandro Vitalini, Pro-Vicario generale della diocesi.

Torna in alto

Sito di informazione cattolica | Giornale del Popolo | Strada Regina | Caritas Insieme TV | Zenit