Intenzioni di preghiera     Cerca nell'annuario diocesano Pagina precedente Stampa pagina
 

Segnala un evento per la nostra agenda

 Prossimi Eventi
17.12.2017
La vera Storia di san Nicolao della Flüe
Notizie ed Attualità

Mostra "I volti della misericordia"

inserito il 25.01.2016

Il Vicariato del Bellinzonese organizza, presso la chiesa giubilare di S. Maria delle Grazie a Bellinzona, la mostra dal titolo "I Volti della Misericordia”, dal 10 febbraio 2016 al 4 aprile 2016.
La mostra, realizzata dal carmelitano Padre Antonio Sangalli, permette di approfondire il tema del Giubileo straordinario e stimola all’incontro con la misericordia infinita del Padre.
Locandina della mostra in formato pdf.

Dopo una breve cronistoria del Giubileo (dall’anno giubilare nell’Antico Testamento, all’istituzione del Giubileo nel 1300 da parte di papa Bonifacio VIII e infine al Giubileo straordinario della Misericordia con le sue novità), la mostra si sofferma sull’etimologia ebraica della parola “misericordia”, presenta il logo e il motto dell’Anno giubilare e le opere di misericordia corporale e spirituale. La riproduzione del dipinto Le sette opere di Misericordia corporale (Caravaggio, 1606-1607, Pio Monte della Misericordia, Napoli)  è “un modo per risvegliare la nostra coscienza spesso assopita davanti al dramma della povertà e per entrare sempre più nel cuore del Vangelo, dove i poveri sono i privilegiati della misericordia divina. La predicazione di Gesù ci presenta queste opere di misericordia perché possiamo capire se viviamo o no come suoi discepoli” (papa Francesco, Misericordiae Vultus, §15).
La mostra prosegue il suo cammino , offrendoci la riproduzione di alcuni dipinti, tra i quali Santa Maria che scioglie i nodi ( G. Schmittdner, 1699-1700, Augsburg), Madonna delle Grazie ( Salinaro, 1770, chiesa San Francesco di Paola, Grottaglie) e Maria Carmelitana (Pastura, 1501, Basilica del Carmine, Catania) : questi dipinti invitano a rivolgere il pensiero alla Madre della Misericordia, Maria, lei che ha avuto tra le braccia la Misericordia di Dio fatta uomo e alla quale ci affidiamo, affinché “rivolga a noi il suo sguardo e vegli sul nostro cammino : il nostro cammino penitenziale, il nostro cammino con il cuore aperto, durante un anno, per ricevere l’indulgenza di Dio, per ricevere la misericordia di Dio” ( papa Francesco, Annuncio del Giubileo della Misericordia, 13 marzo 2015).
Infine ecco davanti a noi 10 “volti della Misericordia” , la maggior parte dei quali appartengono a dei Santi e Beati che si sono lasciati impregnare dall’infinita Carità di Dio : sono diventati misericordiosi verso il prossimo perché si sono lasciati sommergere dalla Divina Misericordia. Tra questi volti troviamo San Girolamo, Santa Teresa di Lisieux e i suoi genitori, i Santi Zélie e Louis Martin, la Beata Elisabetta della Trinità e Santa Faustina Kowalska ; conosceremo questi apostoli della misericordia attraverso la loro biografia e alcuni brani tratti dai loro scritti. Ma l’esposizione propone anche esempi significativi di peccatori perdonati: il buon ladrone, il peccatore  pubblicano Matteo che  Gesù guardò con sentimento di amore, perdonò e  scelse per diventare uno dei Dodici  (ammireremo la riproduzione del dipinto Vocazione di san Matteo, Caravaggio, 1599-1600, San Luigi dei Francesi, Roma), il criminale Pranzini, Pietro Maso e Jacques Fesch, ghigliottinato nel 1957 all’età di  27 anni, che si convertì in carcere e morì, sicuro di aver ricevuto il perdono di Dio.

Torna in alto

Sito di informazione cattolica | Giornale del Popolo | Strada Regina | Caritas Insieme TV | Zenit