Intenzioni di preghiera     Cerca nell'annuario diocesano Pagina precedente Stampa pagina
 

Segnala un evento per la nostra agenda

 Prossimi Eventi
17.12.2017
La vera Storia di san Nicolao della Flüe
Notizie ed Attualità

E' deceduto S.Em. il Cardinale Gilberto Agustoni

inserito il 16.01.2017

E' deceduto a Roma, alle ore 17.00 di venerdì 13 gennaio 2017, Sua Em. il Cardinale Gilberto Agustoni.
I funerali, presieduti da S.Em. il Card. Angelo Sodano, si terranno a Roma, nella Basilica di San Pietro, martedì 17 gennaio alle ore 10.00.

Attinente di Balerna, Gilberto Agustoni, è nato a Sciaffusa il 26 luglio 1922, da Luigia e Antonio. Trasferitosi con la famiglia a Coldrerio - il padre era stato nominato direttore della dogana di Chiasso - frequentò il seminario diocesano San Carlo di Lugano, dal ginnasio al liceo, proseguendo poi nella formazione teologica a Friborgo e a Roma. Venne ordinato sacerdote dal Vescovo Angelo Jelmini, il 20 aprile 1946 a Lugano. Nell’ottobre 1947, conseguito il dottorato in teologia, era nominato vice assistente generale dell’Azione Cattolica e assistente degli studenti universitari. Nel luglio del 1950 era chiamato a Roma dal cardinale Ottaviani, quale suo segretario personale. Il suo impegno nella Curia romana era dapprima presso il S. Uffizio e, dal 1970, al Tribunale della Romana Rota. Assumeva in seguito anche compiti di Consultore presso la Sacra Congregazione per il Clero (di cui era segretario del 1986 al 1991) e la Sacra Congregazione per i Sacramenti. Nominato Arcivescovo titolare di Caorle (19 dicembre 1986), riceveva l’ordinazione episcopale in San Pietro da Giovanni Palo II, il 6 gennaio 1987. Il 2 giugno 1991 era  nominato membro del Supremo Tribunale della Segnatura, divenendone Pro Prefetto il 2 aprile 1992. Nel 1993 entrava pure a far parte, quale membro, della Commissione per la Chiesa dell’Europa dell’Est.
Il sabato 26 novembre 1994, riceveva da Giovanni Paolo II la berretta cardinalizia, in quello che è stato definito “il più grande Concistoro del Pontificato di Papa Woytila”. Infatti ben trenta nuovi cardinali erano aggregati quel giorno al Sacro Collegio, dove Agustoni entrava quale cardinale diacono. Gli veniva  assegnata la chiesa dei Santi Urbano e Lorenzo a Prima Porta in Roma. Diventava quindi Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura, lasciando successivamente questo incarico per raggiunti limiti di età, ma rimanendone comunque membro. E’ stato inoltre  membro della Congregazione per i Vescovi e di quella per l’Educazione cattolica. Ha pure fatto parte del Consiglio Pontificio per i Testi legislativi e dell’Ufficio per l’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica.
Tutti compiti in seguito lasciati per età ma conservando il titolo di Prefetto emerito della Segnatura Apostolica.

Torna in alto

Sito di informazione cattolica | Giornale del Popolo | Strada Regina | Caritas Insieme TV | Zenit